Linee guida e raccomandazioni internazionali

In questa sezione troverete una selezione di linee guida e documenti quali Dichiarazioni di consenso e protocolli prodotti delle più importanti Società Scientifiche internazionali su varie tematiche della Medicina Perinatale. In particolare per i documenti il cui accesso sul web è gratuito, troverete i documenti integrali, viceversa per quelli per cui è l’accesso sul web non è gratuito, troverete una sintesi in italiano. Tale materiale costituisce oggi una guida imprescindibile per la pratica clinica quotidiana, soprattutto in quelle aree in cui mancano riferimenti “forti” in ambito nazionale.


FIGO consensus guidelines on intrapartum fetal monitoring – cardiotocography

Scarica il documento >



02/03/2016 - Raccomandazioni in tema di prevenzione e diagnosi precoce di infezione da Zika virus

Alle donne in gravidanza e a quelle che stanno per intraprendere una gravidanza è raccomandato di non intraprendere viaggi non essenziali verso aree dove c’è epidemia di infezione da Zika virus (Brasile, Colombia, Surname, El Salvador, Guyana Francese, Honduras, Martinica, Messico, Panama, Venezuela) o dove sono segnalati casi a trasmissione sporadica (Barbados, Bolivia, Equador, Guadalupe, Guatemala, Guyana, Haiti, Portorico, Paraguay, Saint Martin).
Come per tutti i viaggiatori verso aree interessate dall’infezione anche per le donne in gravidanza sono raccomandate le misure di protezione individuale per prevenire le punture di zanzare (antirepellenti, zanzariere e aria condizionata).
Il trattamento dell’infezione è con antipiretici ed antinfiammatori.
La diagnosi da effettuare sulle gravide con malattia sintomatica può essere effettuata sul siero materno durante il periodo della viremia (3-7 giorni dall’inizio dei sintomi), sebbene il test sia gravato da falsi positivi. Peraltro, stante la limitata finestra di viremia, la negatività del test non può escludere l’infezione materna e/o fetale.
Sia nella gravide sintomatiche che in quelle non sintomatiche, ma di ritorno da aree infette, è indicato l’esame ecografico fetale, da effettuare con cadenza ogni 3-4 settimane, volto alla diagnosi della microcefalia e delle calcificazioni cerebrali,.
Per saperne di più:
- Practice Advisory congiunto SMFM e ACOG, documento relativo alla diagnosi precoce e al trattamento delle donne in gravidanza a rischio di infezione da Zika virus (Scarica il documento "Practice Advisory Zika Virus SMFM ACOG" >)
- Interim Guidelines del CDC per la valutazione dei bambini con possibile infezione congenita da Zika virus (vai al sito Interim Guidelines for the Evaluation and Testing of Infants with Possible Congenital Zika Virus Infection — United States, 2016 | MMWR)


Management of Intrapartum Fetal Heart Rate Tracings” ACOG PB116, 2010

Scarica il documento >


Society for Maternal-Fetal Medicine

(SMFM) Clinical Guideline #7: nonimmune hydrops fetalis
Scarica il documento >


"Committee Opinion” AGOG

Scarica il documento co560 >
Scarica il documento co561 >


Guidelines for Perinatal Care

Scarica il documento >


Elimination of Non-medically

Scarica il documento >


Influenza vaccination during pregnancy

Scarica il documento >


TDAP vaccination

Scarica il documento >


Method for estimating due date

Scarica il documento >